Eur/usd: attenzione oggi al dato inflazione Usa

13 Maggio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Il focus della mattinata è sui dati preliminari relativi al PIL del primo trimestre di Italia, zona euro e di tutte le altre principali economie continentali.

Le stime raccolte da Reuters indicano una crescita italiana in rafforzamento nel primo trimestre (previsto un +0,3% congiuturale da +0,1% del quarto trimestre ed un +1,3% tendenziale da +1,5%).

Negli Usa si conosceranno invece il dato sull’inflazione di aprile, vista in salita dello 0,4% dallo 0,5% precedente (per la versione “core” le attese parlano di un rialzo dello 0,2% dallo 0,1% di marzo) ed il dato preliminare sulla fiducia Michigan che con riferimento al mese di maggio dovrebbe attestarsi a 70 pts dai 69,8 di aprile.

Lato valutario, Eur/Usd in area 1,425 ed in lieve recupero dal minimo delle ultime sei settimane anche se la moneta unica resta vulnerabile agli sviluppi della crisi greca. Fronte commodities, il Wti Usa è in lieve rialzo poco sopra USD99 al barile (Brent a USD114 al barile). Avvio in lieve calo per il Bund Future a 124.

APERTURA DEI MERCATI

Avvio in rialzo per le borse UE in scia alla conclusione positiva ieri per la piazza azionaria americana che ha visto i tre indici principali terminare gli scambi in rialzo (Dow Jones +0,52%, S&P500 +0,49%, Nasdaq100 +0,62%) e quello contrastato stamattina per le borse dell’Asia-Pacifico (Nikkei giù dello 0,7% zavorrato dai finanziari in scia alle dichiarazioni del principale portavoce del governo che hanno suscitato timori riguardo la possibile richiesta alle banche creditrici di alleggerire il peso del debito che grava su Tokyo Electric Power, rialzo dello 0,3% per Hong Kong, sale dello 0,85% Shanghai).

Anche oggi in agenda numerosi conti trimestrali: segnaliamo per il FTSE/Mib quelli di Atlantia, Banco Popolare, Generali, Intesa Sanpaolo, Terna e Ubi Banca.

All’estero già diffusi i conti di Agricole (utile netto a EUR1 mld da EUR470 mln di un anno fa) e Telefonica (utile netto in calo di quasi il 2% a EUR1,62 mld e ricavi in flessione del 5,6% a EUR4,37 mld).

EVENTI SOCIETARI

BPM (EUR2,288): ha chiuso il primo trimestre del 2011 con un utile netto di EUR42,3 mln, in calo del 15,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

BMPS (EUR0,926): ha chiuso il primo trimestre con oltre EUR140 mln di utile netto su EUR1,48 mld di ricavi, in crescita del 6,4% su anno; il risultato operativo netto del trimestre è a EUR348,7 mln, in crescita del 45,8% su anno.

GEOX (EUR4,75): archivia il primo trimestre con un utile netto in contrazione a EUR43,4 mln dai EUR53,6 mln del corrispondente periodo 2010 e conferma la pressione sui margini del primo semestre 2011 per effetto dei cambi, dei rincari delle materie prime e del costo della manodopera nei paesi di approvvigionamento.

ENEL (EUR4,73): chiude primo trimestre del 2011 con un utile netto di EUR1,201 mld in aumento di EUR151 mln rispetto allo stesso periodo dello scorso anno grazie ai minori oneri finanziari netti e al minor carico fiscale che hanno compensato la flessione del risultato operativo.

TOD’S (EUR95,40): gli analisti di BofA-ML hanno ridotto il giudizio da buy a neutral ed alzato il target di prezzo da EUR87 a EUR100.

UNIPOL (EUR0,533): chiude il primo trimestre con un utile netto di EUR33 mln dalla perdita di EUR15 mln dell’analogo periodo dell’anno scorso e conferma l’obiettivo di crescita dei risultati nel 2011 rispetto al 2010.

Copyright © UNICREDIT per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da UniCredit Bank AG. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito il disclaimer ufficiale di WSI.