ESAOTE: PREVISIONI ROSEE PER BILANCIO ’99

7 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Spinta in questi giorni dal favore del mercato azionario, l’Esaote ha archiviato un ’99 positivo, con risultati superiori a quelli di un anno prima.

Lo fa notare Carlo Castellano, presidente e amministratore delegato della società (gruppo Bracco) che produce apparecchiature di diagnostica medica.

“Esaote – afferma Castellano, che è il responsabile della sanità in seno a Confindustria – chiude bene il 1999, con un utile netto che sarà comunicato il 15 marzo, ma ‘nettamente’ superiore a quell’ 11,17% che rappresenta il saldo positivo del fatturato ’99 rispetto a quello dell’anno precedente”.

Per Castellano il titolo era sottovalutato “fino a quando gli analisti di Borsa si sono resi conto, sulla base dei risultati presentati il 9 febbraio, che si tratta di una società altamente tecnologica, con un’attività potenzialmente molto ambita dal mercato. Con l’arrivo della fiducia si è passati da volumi di 40-50 mila azioni a 2-4 milioni di azioni al giorno”.

Due le attività su cui punta la società (50,4% di Bracco, 7,5% in mano a tre dirigenti tra cui lo stesso Castellano, il restante 42% in Borsa): collaborazione con Bracco in Ebit-Sanità (prodotti per infrastrutture informatiche e organizzative agli ospedali) e la Med Mark, che esprime l’innovazione più avanzata nella diagnostica medica.