Entro due anni l’1% avrà ricchezza superiore al restante 99%

19 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Che negli ultimi anni il gap tra ricchi e poveri si stia progressivamente allargando non è una novità. Quello che molti ignorano è il ritmo con il quale tale forbice si sta allargando, decisamente superiore a quanto ci si possa immaginare.

Ce lo ricorda oggi un rapporto diffuso oggi dalla ong inglese Oxfam, secondo cui entro due anni l’1% dei più fortunati del pianeta avrà nelle mani un ricchezza complessiva superiore a quella del restante 99%.

Sulla base dei dati 2014 di Credi Suisse, lo studio di Oxfam rileva che “nel 2014, l’1% dei super-ricchi del pianeta controllava il 48% delle ricchezza globale, lasciando il 54% nelle mani del restante 99%. Di questo 54%, solo il 5,5%% è nelle mani dell’80% della popolazione, il resto è controllato dal 20% dei più ricchi. Se questa tendenza dovesse continuare – spiega Oxfam- nel 2016, l’1% avrà più ricchezza che il restante 99%”. (mt)