ENRON: LA SEC NE SAPEVA QUALCOSA ANNI FA

18 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

La Securities and Exchange Commission (SEC), l’organo di controllo delle attivita’ nel mondo finanziario, non avrebbe effettuato i controlli dovuti sui libri contabili del colosso dell’energia Enron (ENRNQ – Pink Sheets) negli ultimi tre anni.

Lo fa sapere oggi il Wall Street Journal citando fonti interne all’agenzia federale.

Almeno un paio di volte negli anni ’90 l’agenzia avrebbe concesso a Enron Corp. l’esenzione da due regolamentazioni che invece avrebbero potuto lanciare il segnale di allarme sulle disastrate condizioni finanziarie della societa’.

E cosi’ il parlamentare democratico John Dingell (Michigan), capo della Commissione su commercio e energia, ha inviato una lettera di chiarimento alla SEC cin una “richiesta di trasparenza delle attivita’ negli anni passati”.

La SEC per ora ha dichiarato il “no comment” sulla questione. Anche se giovedi’ il presidente della SEC, Harvey Pitt, aveva delineato in una conferenza stampa una piano di proposta per nuove regole dell’intero sistema di revisione contabile e di redazione dei bilanci. Pitt aveva concesso che la SEC “ha delle resonsabilita'” e ha affermato di aver “impiegato alcune risorse di personale per capire come migliorare”.

In generale, la SEC cerca di rivedere i libri contabili delle principali 12.000 societa’ trattate ogni tre anni. Ma alla fine degli anni ’90 i controlli sulle attivita’ di nuovi collocamenti aveva assrobito molte risorse di personale dell’agenzia federale, che ha rilassato la guardia sulla revisione dei bilanci di aziende reputate a rischio.