Elon Musk non vende i suoi Bitcoin e ha rivelato quali asset vale la pena detenere

15 Marzo 2022, di Gianmarco Carriol

Elon Musk è la persona più ricca al mondo ed è stata molto esplicita per quanto riguarda il settore delle criptovalute.  L’imprenditore americano ha recentemente rivelato quali attività ritiene sia utile detenere, in particolare nei momenti in cui l’inflazione è alta. Elon Musk mantiene le sue partecipazioni in criptovalute che includono principalmente Bitcoin.

Elon Musk, che è l’amministratore delegato di Tesla e SpaceX, ha pubblicato in un post ufficiale su Twitter del 13 marzo 2022, ha rivelato che quelle società sono attualmente sotto pressione dato  l’ aumento dell’inflazione. Inoltre, Musk ha anche condiviso alcune prospettive su quali attività è meglio possedere con l’aumento dell’inflazione.

 

Inoltre, Musk ha anche condiviso un articolo del Financial Times, in cui veniva discusso il fatto che i prezzi globali delle materie prime sono sulla buona strada per vedere il più grande rally degli ultimi 50 anni come risultato diretto del conflitto tra Russia e Ucraina.

Il CEO di MicroStrategy, Michael Saylor, ha risposto al tweet di Musk, affermando che:

“L’inflazione al consumo in USD continuerà vicino ai massimi storici e l’inflazione degli asset aumenterà al doppio del tasso di inflazione al consumo. Le valute più deboli crolleranno e la fuga di capitali da contanti, debiti e azioni di valore a proprietà scarse come bitcoin si intensificherà”.

Il rovescio della medaglia

Inoltre, Musk ha anche affermato che generalmente è meglio possedere beni fisici come una casa o azioni in società quotate, piuttosto che dollari quando l’inflazione è alta, e ha sottolineato che non venderà i suoi Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e Dogecoin (DOGE).

Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH) e Dogecoin (DOGE) sono tutti aumentati di valore nell’arco delle ultime 24 ore, secondo i dati di CoinMarketCap.