Sanders a Clinton: “I tuoi amici di Wall Street hanno distrutto l’economia”

7 Marzo 2016, di Alberto Battaglia

MILANO (WSI) – Fra i democratici i toni sono ancora quelli di una partita aperta per la candidatura alla presidenza degli Stati Uniti. “Sanders ha votato contro il piano di salvataggio dell’industria automobilistica che ha salvato 4 milioni di posti di lavoro”, attacca in diretta tv Hillary Clinton. Appena poche ore prima era giunta la notizia che il senatore del Vermont aveva conquistato il Maine, mettendo a segno la terza vittoria consecutiva sulla Clinton, dopo quelle in Nebraska e Kansas.

Lo scontro fra i contendenti democratici sale di temperatura: domani a votare per le primarie sarà il Michigan, con ben 147 delegati in palio, cui si aggiungeranno Mississippi, Idaho e Hawaii.

“Abbiamo avuto il miglior anno per l’industria dell’auto dopo tanto tempo” dichiara l’ex Segretario di Stato nel dibattito trasmesso dalla Cnn, “Io ho votato per salvarla, Sanders ha votato contro il denaro che ha permesso il salvataggio dell’industria dell’auto”. Sanders sorride: “E se parliamo del salvataggio di Wall Street, nel quale alcuni tuoi amici hanno distrutto quest’economia…”, la Clinton insorge; poi, Sanders rincara: “La tua storia è quella di aver votato per ogni disastroso accordo commerciale”.

Al momento Hillary è ancora la grande favorita per la corsa finale alla Casa Bianca: sono 1130 i suoi delegati contro i 499 conquistati da Sanders; l’obiettivo è raggiungerne 2.382. La scalata del anziano “socialista”, che tuttavia gode soprattutto del sostegno dell’elettorato giovane, è ancora possibile, per quanto assai difficile.

Sul fronte repubblicano, intanto, Ted Cruz, ha vinto agevolmente in Puerto Rico, assottigliando il vantaggio su Donald Trump: al momento il magnate può contare su 384 delegati contro i 300 di Cruz e i 151 di Marco Rubio.