Ducati Multistrada V4. La prima moto con radar

19 Marzo 2021, di Redazione Wall Street Italia

La quarta generazione della Ducati Multistrada passa al quattro cilindri e offre una tecnologia senza precedenti

A cura di Motori.it

Sportiva e turistica, performante su strada e propensa all’utilizzo in off-road: si presenta così la nuova Ducati Multistrada V4. Non cambia il suo DNA, ma è più potente e ancora più ricca nell’elettronica, ed è soprattutto la prima moto di serie ad avere dei radar che consentono l’utilizzo di tecnologie come il Cruise Control Adattivo e il Blind Spot Detection, sistemi riservati fino a oggi solo al mondo delle auto. I due radar – anteriore e posteriore – perfettamente integrati nelle linee della moto, rappresentano una svolta importante e permettono di alzare notevolmente il livello di sicurezza dei motociclisti.

Il sistema integrato Ducati migliora il comfort di marcia sulle lunghe distanze, permette alla moto di impostare la velocità di crociera e di seguire il veicolo che precede, accelerando e frenando autonomamente per mantenere la distanza preimpostata e avvisa il pilota, mediante un alert inserito negli specchietti retrovisori, quando sopraggiunge un veicolo nella diagonale posteriore. Un sistema che entrerà probabilmente a far parte della dotazione di serie di tutte le due ruote di fascia alta.

La Multistrada V4 è caratterizzata da un proiettore anteriore con DRL che si ispira a quello della Panigale, un serbatoio da 22 litri, un cupolino in plexiglas regolabile ed elementi come il becco e le feritoie di sfogo dell’aria pensati per migliorare anche il comfort termico. Questo modello, dotato di un motore V4 Granturismo da 1.158 cc, 170 CV e 125 Nm di coppia, sfrutta tutta l’esperienza che Ducati ha sviluppato nel mondo delle competizioni: al semaforo è in grado di disattivare i due cilindri posteriori, migliorando il comfort termico e il consumo, ed è assistito da un pacchetto elettronico con piattaforma inerziale IMU, Cornering ABS, controllo della trazione e dell’impennata, cambio elettronico e Riding Mode.

Completano il quadro il telaio monoscocca in alluminio, il forcellone a doppio braccio, le sospensioni dalla grande escursione. Infine, il sistema Ducati Connect per gestire telefono, media e il sistema di navigazione proiettato direttamente sul display a colori. I prezzi sono compresi tra 18.900 e 26.000 euro.