Draghi: effetto lungo. Svizzera, tassi positivi per prima volta in un anno

30 Ottobre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – L’effetto Draghi colpisce ancora. Registrata oggi un’importante inversione di tendenza importante nell’universo instabile del mercato del debito europeo: Berna ha piazzato titoli pubblici a 3 mesi con un rendimento dello 0,221%.

Per la prima volta in oltre un anno oggi la Svizzera ha quindi dovuto sborsare interessi per collocare titoli pubblici a breve in asta. Negli ultimi mesi i rendimenti erano rimasti sempre negativi.

Un indice dei livelli raggiunti dalla crisi del debito e dalle paure per lo stato delle finanze dei paesi piu’ deboli dell’area euro, gli investitori nell’ultimo anno sono stati disposti a sborsare soldi di tasca loro per assicurarsi debito svizzero. Anche la Germania per un certo periodo ha riscontrato rendimenti negativi.