DRAGHI: E’ PRESTO PER DISIMPEGNARSI, PENSIAMOCI

16 Giugno 2009, di Redazione Wall Street Italia

E’ ancora presto per cercare di colmare i disequilibri introdotti sui mercati e sui bilanci pubblici dalle politiche anticrisi ma non per cominciare a definirle. E’ quanto sostiene Mario Draghi, governatore della Banca d’Italia e presidente del Financial Stability Board, in un discorso preparato per una conferenza a Berlino.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

“Anche se i tempi non sono ancora maturi per l’immediata attuazione di tali strategie di uscita, io sono per cominciare a progettarle e per riflettere sulle condizioni necessarie alla loro attuazione”, dice Draghi. Per il governatore “l’uscita da politiche di bilancio eccessivamente espansionistiche per gestire la riduzione del debito pubblico e l’uscita dall’attuale orientamento delle politiche monetarie per mantenere l’ancoraggio delle aspettative di inflazione sono essenziali, sia per la stabilità dei prezzi, sia per la stabilità finanziaria. E infine l’uscita dalle micro-politiche a sostegno delle banche”.