DOVE VA IL MIB30? QUALI TITOLI COMPRARE?

17 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Dove sta andando il Mib30. Situazione e possibile evoluzione del mercato

Dopo sette mesi caratterizzati da limitate oscillazioni dei corsi, il trend primario discendente, partito nel marzo 2000, ha ripreso con forza il proprio percorso consentendo alle quotazioni di avvicinarsi ai minimi dello scorso settembre.

In questo commento valuteremo la situazione tecnica dell’indice indicando i titoli che sembrano al momento disporre delle potenzialità per guidare un possibile recupero dei prezzi.

MIB 30. L”analisi grafica consente di osservare come, nel corso delle ultime settimane, l’andamento dei corsi avvenga nell’ambito di un canale discendente con le quotazioni che si trovano al momento in corrispondenza di un importante punto di supporto rappresentato da quota 25000.

Un elemento tecnico incoraggiante è rappresentato dalla considerazione legata al fatto che il movimento ribassista abbia ormai contagiato l’intero listino così completando il processo di “rotazione” dei singoli titoli nella messa a segno dei rispettivi nuovi minimi annuali.

In chiave previsiva consideriamo possibile, anche in funzione dell’attuale elevato impatto psicologico e dell’esasperata volatilità dei corsi, l’imminente avvio di una fase di recupero che, stemperando i vistosi eccessi negativi evidenziati dai principali oscillatori tecnici, possa ricondurre l’indice, entro l’estate, in prossimità dei 30000 punti.

Situazioni tecniche più promettenti

Finmeccanica. Le quotazioni hanno tentato di violare verso il basso per ben cinque volte il livello di supporto situato intorno al livello €0,70.

In caso di rimbalzo il target va ricercato in area €0.85.

Hpi. Potenziale triplo minimo con supporto a €2,05.

Obiettivo rialzista €2,80.

Mediaset. Possibile doppio minimo a €7.

Obiettivo rialzista €8,90.

Olivetti. Un’eventuale chiusura al di sopra di €1,10 aprirebbe lo spazio ad un rally destinato a raggiungere €1,21.

Seat Pagine Gialle. L’analisi grafica segnala la presenza di quattro minimi consecutivi uniti da un’importante linea di supporto. Possibile ripresa fino a €0,75.

Stm. Il livello €22,80 sembra rappresentare un valido punto di supporto. Buone chances di una ripresa dei corsi fino a quota €31,80.

Telecom Italia. La tenuta del livello €7,50 avvalora l’ipotesi di un’imminente ascesa delle quotazioni fino al raggiungimento dei €9.

Tim. Dispone al momento di elevata forza relativa. E’ ragionevole ipotizzare la continuazione della fase di ripresa fino al raggiungimento di €5,20.

*Erasmo Paolella
Gestore di Banque Cortal (BNP Paribas).