Donald Trump ne è convinto: “Ad agosto tornerò Presidente”

3 Giugno 2021, di Alessandra Caparello

Altro che pensione. Donald Trump sarebbe pronto a tornare alla Casa Bianca ad agosto. Il tycoon ne starebbe parlando ad amici e confidenti come affermano i media americani, forte delle verifiche elettorali in alcuni Stati per eventuali brogli e o voti da annullare.

Donald Trump e la Casa Bianca

L’ex presidente degli Stati Uniti non ha mai accettato i risultati delle elezioni della Casa Bianca del novembre 2020, sostenendo che la vittoria di Joe Biden sia il risultato di quella che lui e i suoi sostenitori ritengono essere “enorme frode elettorale”. Il 6 gennaio scorso una folla violenta di sostenitori di Trump ha preso d’assalto il Campidoglio degli Stati Uniti per impedire la certificazione dei risultati elettorali e Trump è stato accusato di incitamento all’insurrezione.

Ma i mesi sono passati. Lo scorso 25 maggio un sondaggio Ipsos aveva messo in luce che il 53% degli americani ritiene Donald Trump “il vero presidente” americano. “L’ho sempre saputo che l’America era intelligente”, è stato il commento a caldo del tycoon, sul suo sito ufficiale.

Qualche giorno dopo, il  29 maggio, i trumpiani si sono ritrovati a Dallas, nell’Hotel Omni, per un raduno titolato For God and Country Patriot Roundup Saturday. L’avvocata Sidney Powell, protagonista con Rudy Giuliani della battaglia giudiziaria per tentare di ribaltare il risultato elezioni in cui si è affermato Joe Biden, ha detto che Trump “potrebbe semplicemente tornare presidente”.

Il tycoon, scrive il Washington Post, non sembra ascoltare i consiglieri che lo invitano ad archiviare la questione e  continua a concentrarsi sui risultati elettorali dell’Arizona, della Pennsylvania, del Michigan, del Wisconsin, del New Hampshire e della Georgia.

Ex consigliere: “Colpo di stato in stile Myanmar”

E c’è chi osa di più come l’ex consigliere alla sicurezza di Trump, Michael T.Flynn che non avrebbe escluso un colpo di stato stile Myanmar. Parole che inevitabilmente hanno innescato un’accesissima polemica mediatica in tutto il Paese.
Flynn, tuttavia, ha rapidamente negato le accuse di sostenere un colpo di stato negli Stati Uniti, scrivendo su Telegram che di non aver “mai chiesto alcuna azione del genere”, affermando di essere stato frainteso.

Secondo alcuni amici che hanno rivelato la sua nuova routine, Trump passerebbe le sue giornate nella sua nuova residenza di Mar-a-Lago bevendo cola light e facendo giri di telefonate per lamentarsi di quanto “sia stato trattato in modo sleale” e dei “procuratori troppo zelanti”.

Lo scorso 19 maggio la magistratura della Stato di New York ha fatto sapere che la Trump Organization, che controlla le proprietà della famiglia dell’ex presidente, è sotto indagine penale. Le nuove ipotesi di reato non sono stante ancora rese note, ma le indagini civili erano state avviate per evasione fiscale, frodi assicurative e bancarie.