Diffusione quotidiani ancora in calo: si apre una voragine nei ricavi

8 Novembre 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Nessuno legge piu’ i giornali controllati dai “poteri forti”, a dirlo sono i numeri spietati di settembre.

Il bollettino Ads sulla diffusione della stampa italiana mostra un nuovo calo della diffusione dei quotidiani cartacei in Italia. Da agosto il Corriere della Sera cede il 9,2%, Il Messagero -12,7% e La Repubblica l’8%, ma il segno meno caratterizza la quasi totalita’ delle testate nazionali e locali.

Fra i pochi a segnare un guadagno, sia pure risicato, alcune pubblicazioni di economia e finanza, come il Sole 24 Ore (+0,8%), Italia Oggi (+6,8%) e Milano Finanza (+5,8%).

Salta subito all’occhio invece l’autentico crollo dei quotidiani sportivi, con la Gazzetta dello Sport a -25%, Tuttosport a -28% e il Corriere dello Sport-Stadio a -29%: la ripresa del campionato di calcio, evidentemente, non ha lo stesso appeal di Olimpiadi e calciomercato estivo.