Dibattito Tv: un ottimo Biden sistema Ryan e recupera il flop di Obama

12 Ottobre 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – Joe Biden ha messo in difficoltà Paul Ryan nel dibattito fra i candidati alla vicepresidenza, ma non è riuscito ad assestare il colpo del ko. A Danville, in Kentucky, entrambi gli sfidanti hanno mostrato una buona abilità oratoria, ma il vicepresidente in carica è stato lesto nel colpire l’avversario repubblicano come non era riuscito a fare Barack Obama la settimana scorsa.

Nel corso di un intenso dibattito Biden è riuscito a mettere in evidenza le opposte visioni dei due ticket, sottolineando con destrezza i punti deboli del programma di Mitt Romney e Paul Ryan. Il candidato repubblicano è ripartito attaccando il ruolino fallimentare dell’amministrazione Obama, ma Biden ha saputo dare rispondere alle accuse scandendo i dettagli delle proprie decisioni.

I primi sondaggi a caldo hanno parlato di un sostanziale pareggio. Cbs ha intervistato un campione di elettori indecisi. Il 50% ha assegnato la vittoria a Biden e il 31% a Ryan, mentre per il 19% si è trattto di un pareggio. Stesse percentuali anche per il campione sentito da Abc, 50%-31%. Cnbc, con un voto sul sito e dunque scarsa rilevanza statistica, ha dato invece un responso opposto.

Per il 56% ha vinto Ryan e per il 36% è andato meglio Biden. Per l’8% è stato invece un pareggio, su cui insiste Cnn. La platea di indecisi della Virginia, che ha seguito il dibattito in studio, si è equamente divisa tra i due candidati: un terzo ha dato la vittoria a Biden, un terzo a Ryan, un terzo a nessuno dei due.

Il dibattito è iniziato con uno scambio di battute sulle responsabilità dell’amministrazione americana nell’attacco al consolato Usa di Bengasi, in Libia, in cui ha perso la vita l’ambasciatore Chris Stevens. “Andremo in fondo alla questione. Se sono stati fatti degli errori, non saranno ripetuti”, ha detto Biden al suo avversario, che ha replicato: “sono servite due settimane al presidente per riconoscere che si è trattato di un attacco terroristico”.

Ma le diverge di opinioni sono emerse anche su altri temi, come l’economia. “Sta andando male, la disoccupazione non diminuisce”, ha attaccato Ryan. “Ma tu le leggi le statistiche? Stiamo creando nuovi posti di lavoro ogni mese”, ha replicato piccato Biden, prima dell’affondo sulle tasse. “Non c’è alcuna ragione” perché ci siano ancora delle agevolazioni fiscali per gli americani più agiati.

“Volete votare Romney? Allora voterete per più tasse per la classe media”, ha commentato, poco prima di sottolineare: “io parlo a nome del 47% degli americani”. Ma “il nostro piano prevede un taglio alle tasse, soprattutto per il ceto medio”, ha replicato Ryan, ricordando anche il progetto di “una radicale riduzione del debito pubblico”. “E non è vero che costa 5 trilioni di dollari”, ha aggiunto.

Barack Obama si è detto “molto fiero” del suo vice presidente Joe Biden: “Voglio sottolineare che Joe Biden è stato eccellente questa sera”, ha detto il presidente. “Non posso essere più fiero di lui, è andato molto bene. Penso veramente che la sua volontà di difendere la classe media si è imposta. Sono molto fiero di lui”, ha aggiunto Obama, precisando di avere parlato brevemente al telefono con Biden alla fine del dibattito.