Decreto agosto: dal lavoro al turismo, ecco le misure principali

7 Agosto 2020, di Mariangela Tessa

Lavoro, scuola, enti locali, fisco e rilancio dell’economia. E’ di 91 articoli la bozza del decreto di agosto che il governo Conte dovrebbe varare entro la settimana.  Vediamo alcune delle misure principali, anticipate negli ultimi giorni:

Lavoro

Tra le misure per il lavoro, per la Cig vengono stanziati altri 10 miliardi. Per spingere le imprese ad assumere e a fare ritornare al lavoro i dipendenti arrivano, come annunciato, sgravi dei contributi.

Per i neoassunti o le trasformazioni dei contratti a tempo determinato la decontribuzione sarà riconosciuta per 6 mesi (lo stanziamento è di 1 miliardo) mentre chi fa rientrare dipendenti dalla Cig beneficerà di uno sgravio per 4 mesi, a patto però che abbia subito perdite.

Chi non ha avuto cali di fatturato e ha usato gli ammortizzatori (un quarto delle ore tirate finora secondo gli ultimi dati) non ne potra’ beneficiare.

Altra novità per gli autonomi una sorta di ‘indennità’ di quarantena’, vale a dire il riconoscimento di un bonus di 600 euro in caso di quarantena con sorveglianza attiva o permanenza domiciliare fiduciaria. (che per i dipendenti e’ equiparata alla malattia).

Turismo

Ricco anche il pacchetto turismo, con una serie di norme a partire dallo stop anche alla seconda rata dell’Imu per le strutture ricettive (alberghi, agritursimi, campeggi, b&b) e per gli stabilimenti balneari.

A dicembre non saranno chiamati a pagare nemmeno fiere e cinema e teatri che saranno esonerati anche per tutto il 2021 e il 2022.

E sempre fino a fine anno le attività non pagheranno la tassa sull’occupazione del suolo pubblico per i tavolini all’aperto.

Per aiutare le attività commerciali dei centri storici, arriva anche un contributo a fondo perduto parametrato alle perdite, mentre si sta ancora lavorando al bonus sui consumi al ristorante (che potrebbe essere esteso anche ad altri settori, come l’abbigliamento).

Bonus acquisti Made in Italy

Nella bozza compare anche il bonus per gli acquisti 100% made in Italy da parte dei ristoratori che però non ha ancora una sua dotazione.

Incentivi auto

Per l‘auto confermati 500 milioni in più per gli eco-incentivi, con ritocchi al rialzo del bonus per favorire l’acquisto di auto meno inquinanti.

Sanità

Stanziamento di 482 milioni aggiuntivi al Fondo Sanitario per recuperare prestazioni ambulatoriali, screening e ricoveri non erogati nel periodo dell’emergenza.

Scuola

Arriva un altro miliardo tra il 2020 e il 2021 per la ripartenza della scuola in sicurezza e con il giusto numero di insegnanti e amministrativi. Nella bozza del decreto agosto è previsto l’incremento di 400 milioni nel 2020 e 600 milioni nel 2021 del Fondo per l’emergenza epidemiologica da Covid-19 istituito presso il ministero dell’Istruzione.

Le risorse sono in parte minore destinate ad ampliare gli spazi dedicati all’insegnamento, anche attraverso l’affitto di strutture temporanee e l’alternanza dell’attività didattica “ad attività ludico-ricreative, di approfondimento culturale, artistico, coreutico, musicale e motorio-sportivo”.

Gran parte sarà invece impegnata all’attivazione di ulteriori posti di personale docente e amministrativo, tecnico ed ausiliario (Ata) a tempo determinato.