Ddl concorrenza è legge: Rc auto, pensioni, farmaci. Tutte le novità

3 Agosto 2017, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Dall’Rc auto all’energia passando per le notifiche di multe alla norma booking: ecco tutte le misure più importanti che sono state introdotte con l’approvazione in via definitiva del DDl concorrenza diventato legge.

Partendo dalle assicurazioni auto viene eliminato il tacito rinnovo per le polizze sui rischi accessori se sottoscritte insieme all’Rc auto. Ciò significa che tali polizze si risolvono automaticamente alla loro scadenza. Rimane il tacito rinnovo invece per le polizze diverse da quelle dell’auto. Sconti per chi installa la scatola nera e per i ‘virtuosi’ che non fanno incidenti da 4 anni e vivono nelle province a più alto tasso di sinistri, soprattutto al Sud Italia.

Per quanto riguarda le liberalizzazione, la fine del mercato tutelato per l’energia e gas slitta al 1 luglio 2019 anziché al 30 giugno 2017. Inoltre viene eliminata la possibilità di mettere all’asta la fornitura di energia elettrica per i clienti che non hanno scelto il loto fornitore alla scadenza del sistema di maggior tutela oggi in vigore. Tra le altre novità si segnala il diritto dei consumatori alla rateizzazione delle bollette e la creazione presso il Ministero dello Sviluppo economico di un elenco ufficiale di soggetti abilitati alla vendita di energia elettrica.

A partire dal 10 settembre 2017 viene eliminato il monopolio di Poste Italiane per quanto riguarda la notizia di atti giudiziari e di multe. Per quanto riguarda le banche, il ddl concorrenza divenuto legge prevede la realizzazione di un sito per comparare i prezzi dei vari servizi che offrono gli istituti di credito.

In merito al capitolo pensioni viene prevista la possibilità per i lavoratori inoccupati da 24 mesi di anticipare la liquidazione del fondo pensione fino ad una massimo di 5 anni rispetto alla scadenza naturale.

Obbligo di un preventivo scritto da parte degli avvocati ai clienti e obbligo della presenza del notaio per la costituzione della srl semplificate. Novità anche per quanto riguarda booking: gli albergatori potranno praticare sconti e prezzi migliori rispetto a quelli offerti on line. Maggiore trasparenza inoltre per quanto riguarda la telefonia con maggiori interventi sulle spese di recesso e trasferimento dell’utenza che devono essere noti e commisurati al valore del contratto e ai costi reali sopportati dall’azienda.

Infine per le farmacie, il ddl concorrenza prevede che le società di capitale potranno controllare le farmacie, ma dovranno rispettare un tetto del 20% su base regionale e inoltre i farmaci di Fascia C continuano a essere venduti solo in farmacia.