Datagate: Venezuela apre ad asilo politico per Snowden

27 Giugno 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il Presidente Nicolas Maduro ha dichiarato che il Venezuela concederebbe “quasi certamente” asilo politico a Edward Snowden, l’ex analista della National Security Agency (Nsa) che ha rivelato al mondo i segreti del programma di sorveglianza Usa.

“Se presenta la richiesta, noi la valuteremo, e quasi certamente glielo concederemo, perchè l’asilo politico è un’istituzione del diritto umano internazionale per la tutela dei perseguitati”, ha detto Maduro. Accusato di spionaggio da Washington, Snowden è attualmente bloccato nella zona transiti dell’aeroporto di Mosca.

con un passaporto americano che Washington ha dichiarato non più valido. Lunedì non è salito sul volo che aveva prenotato per Cuba, e sebbene il Cremlino continui a sostenere che si trovi all’aeroporto, nessuno lo ha mai avvistato. Le sue opzioni ora sembrano essere quelle di volare direttamente verso l’Ecuador, o verso un altro Paese in cui pensa di poter raggiungere l’ambasciata ecuadoregna.

Snowden potrebbe fare così la fine del fondatore di Wikileaks, Julian Assange, chiuso nell’ambasciata ecuadoregna a Londra per sfuggire al mandato di arresto per molestie sessuali scattato nei suoi confronti in Svezia. Assange si rifiuta di tornare nel suo Paese di origine per difendersi dalle accuse, per il timore di essere fermato dalle autorità americane e inglesi per la pubblicazione delle migliaia di documenti riservati che gli ha consegnato il soldato Bradley Manning.

Sebbene ieri la Casa Bianca abbia parlato di “dialogo in corso” con la Russia per ottenere l’estradizione della talpa, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha ribadito che Snowden ha il diritto di lasciare la Russia per andare “dove vuole”.
(TMnews)