Dall’Europa 70 miliardi contro la disoccupazione giovanile

27 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

BRUXELLES (WSI) – La Banca europea degli investimenti ha in programma un piano finanziario plurimiliardario per combattere la disoccupazione giovanile in Europa, piu’ ampio di quanto finora noto.

Lo scrive il quotidiano tedesco Bild.

“La banca europea mette a disposizione, per questo e per i prossimi due anni, 70 miliardi l’anno per contrastare la crisi e la disoccupazione giovanile”, dice il presidente Werner Hoyer in un’intervista alla Bild.

Nella zona euro si è registrato un tasso di disoccupazione pari al 11,7% nel dicembre del 2012, in confronto al 10,7% del corrispondente mese del 2011. In Spagna la percentuale di disoccupati tra gli under 25 raggiunge picchi del 50%.

L’Italia vanta invece un diverso tipo di record negativo, quello dei neet. Abbiamo infatti “la quota più alta d’Europa”, con 2 milioni e 250 mila, ovvero una persona su quattro, che ne’ lavora ne’ studia.

Il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 29 anni tra il 2011 e il 2012 è aumentato di quasi 5 punti percentuali, dal 20,5 al 25,2% (arriva al 37,3% nel Sud).