Crolli titoli fino a -55% su borsa Hong Kong: esplode bolla?

21 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Un crollo a livelli record nel valore di mercato, seguito a quello che ha colpito ieri Hanergy Thin Film Power Group, pari a quasi -50% (prima che il titolo venisse sospeso per eccesso di ribasso).

Oggi, sulla borsa di Hong Kong, le vendite hanno polverizzato l’equivalente di $22,83 miliardi di capitalizzazione di Goldin Financial Holdings e Goldin Properties Holdings, società di proprietà dell’uomo d’affari di Hong Kong, Pan Sutong, su base combinata. Gli smobilizzi sono stati dell’ordine di -55%.

Ieri è stato l’uomo più ricco della Cina, Li Hejun, a perdere 14 miliardi di dollari in Borsa dopo che i titoli di Hanergy Thin Film avevano subito un calo appunto -47% negli ultimi trenta minuti di scambi.

Stando a quanto riporta Reuters, al momento non ci dovrebbe essere un collegamento tra il crollo che colpito il patrimonio di Li Hejun e il tonfo di questi due titoli.

Dallo scorso settembre, i due titoli Goldin Financial Holdings e Goldin Properties Holdings erano balzati più di quattro volte.

Goldin Financial, di proprietà per il 70% di Pan, è volata in particolare +411% nel periodo compreso tra settembre dello scorso anno e marzo di quest’anno. Lo scorso 13 marzo l’autorità di borsa di Hong Kong ha allertato gli investitori sul fare trading sul titolo, facendo notare che appena 20 investitori, incluso Pan, detengono il 98% della quota di capitale.

A parte però le storie sui singoli titoli, si teme sempre di più l’effetto che un rialzo dei tassi da parte della Fed avrà sul mercato immobiliare di Hong Kong, e qualcuno teme il crac, dopo che i prezzi delle case hanno testato di recente nuovi record, in un mercato toro che dura da almeno un decennio (Lna)