CRISI: NEW YORK RISCHIA 165 MILA POSTI DI LAVORO

15 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

La città di New York rischia di perdere nei prossimi due anni 165 mila posti di lavoro in conseguenza della crisi nel settore finanziario, secondo un rapporto del Comptroller, il responsabile economico del Comune, William Thompson.


Thompson ha stimato in 35 mila il saldo negativo dell’occupazione soltanto a Wall Street.


La cifra di 165 mila è più del doppio delle previsioni fatte dallo stesso ufficio del Comptroller cittadino in luglio: all’epoca la stima era stata di meno 80 mila posti di lavoro.