Crisi di governo, Bofa: con Conte Bis o nuovo premier spread a 100 punti

15 Gennaio 2021, di Alessandra Caparello

Come si comporterà lo spread a seconda dei vari scenari previsti per la risoluzione dell’attuale crisi di governo che ha investito l’esecutivo italiano è oggetto di un report di Bofa stilato dai due analisi Erjon Satko e Chiara Angelon.

Crisi di governo: gli scenari

L’investment bank americana sottolinea in primo luogo che lo scenario di elezioni anticipate non ha molte chance. Lo scenario delle elezioni anticipate, “si verificherà soltanto in caso di fallimento delle altre opzioni e resta in ogni caso un evento a bassa probabilità. Insieme agli ostacoli di fare elezioni durante una pandemia, la riforma costituzionale che taglia il numero dei deputati rende poco accettabile uno scenario di elezioni anticipate per i partiti politici perché tutti avrebbero una capacità significativamente inferiore di rieleggere i loro rappresentanti”.

Secondo BofA, due sono le possibili soluzioni della crisi al posto del voto. La prima vede il premier Conte alla guida di un nuovo governo, sostenuto dalla stessa maggioranza (Movimento Cinque Stelle, Partito Democratico, partiti di sinistra e Italia Viva) o da una coalizione leggermente cambiata (con un gruppo di parlamentari che entra in sostituzione dei parlamentari di Italia Viva). Il secondo scenario è un governo guidato da un nuovo primo ministro.

Come si comporterà lo spread?

Secondo gli esperti di Bofa, nel caso di elezioni a giugno, “lo spread potrebbe salire fino a 140 punti base seguito da un ulteriore sell-off se il nuovo governo includesse elementi euroscettici”. Lo scenario centrale degli esperti di Bofa invece vedo lo spread a 100 pb.

Tutto considerato, e consapevoli dei rischi derivanti da misure di lockdown più lunghe del previsto, riteniamo che la tendenza agli spread periferici rimanga orientata al ribasso. Il nostro scenario centrale è quello di un rapido repricing dello spread tra Btp e Bund a 100 punti base una volta che il rischio politico interno svanirà (…) I Btp hanno attirato un’attenzione significativa nelle ultime due settimane, soprattutto nel contesto di una resa dei conti politica tra Italia Viva e il resto del governo. Dopo le dimissioni dei ministri di Italia Viva, tutti gli scenari di governo sono sul tavolo, “compreso quello delle elezioni anticipate che è anche il meno probabile, a nostro avviso”.

L’investment bank in sostanza considera la finestra di rialzo dello spread che si è aperta con la crisi di governo, “un’occasione per comprare i titoli di Stato italiani”.