CRISI: AMERICAN EXPRESS TAGLIERA’ 7000 POSTI

30 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

American Express ha annunciato un piano di riorganizzazione che prevede benefici sui costi nel 2009 per 1,8 miliardi di dollari e circa 7.000 tagli occupazionali, pari a circa il 10% della forza lavoro.


La società ha deciso di sospendere anche gli aumenti salariali del management per il 2009 e ha stabilito il congelamento delle posizioni rimaste aperte.


Per il quarto trimestre del 2008 il piano prevede oneri di ristrutturazione tra 370 e 440 milioni di dollari.