Criptovalute: la Sec chiede più regole per evitare truffe e manipolazioni

7 Maggio 2021, di Mariangela Tessa

Il mercato delle criptovalute ha assunto dimensioni troppo grandi (2 mila miliardi di dollari) per non essere regolato da norme, in grado di proteggere gli investitori da frodi e manipolazioni. Sulla base di queste considerazioni, Gary Gensler, neo-presidente della Securities and Exchange Commission (SEC), la nostra Consob, nel suo primo discorso al Congresso ha ricordato che l’autorità della SEC è limitata ai titoli e ai prodotti o ai gestori patrimoniali che potrebbero investire in criptovalute. Ma questo non basta. Per Gensler il Congresso dovrebbe infatti favorire una maggiore trasparenza normativa, in particolare riguardo agli scambi di valute digitali.

“In questo momento questi scambi non hanno un quadro normativo presso la SEC o la nostra agenzia sorella, la Commodity Futures Trading Commission”, ha detto, aggiungendo che non esiste un regolatore di mercato attorno agli scambi di criptovalute e quindi non c’è davvero alcuna protezione da frodi o manipolazioni.

Criptovalute e social network

Il nuovo presidente della SEC ha poi parlato in generale della tecnologia e del ruolo dei social media nel mercato azionario pubblico.

“La tecnologia può portare un maggiore accesso ai nostri mercati dei capitali”, ha detto Gensler nelle sue osservazioni di apertura, spiegando che di non essere interessato a limitare questa prospettiva. La sua intenzione è invece quella di verificare e se alcuni attori presenti sul mercato approfittando di queste comunità per manipolare i mercati. “Penso che la trasparenza sia al centro di mercati efficienti”, ha spiegato Gensler.

Il suo intervento ha preso le mosse dalla dal tumultuoso scambio di azioni di GameStop dello scorso gennaio. L’enorme aumento del prezzo delle azioni del venditore di videogiochi è stato alimentato da piccoli investitori, che hanno acquistato le azioni su Robinhood e altre app di trading senza commissioni e si sono uniti sui social media per causare grosse perdite per un fondo speculativo che aveva scommesso su GameStop.

Gensler ha detto che entro l’estate lo staff del Sec sta lavorando su un rapporto che affronta le questioni sollevate dall’episodio e ha anticipato che potrebbero essere necessarie nuove regole per le app di intermediazione, che trasformano il commercio di azioni in gioco.