Credit Suisse: in portafoglio fondi passivi e tematici. Ma anche un po’ di immobiliare

9 Ottobre 2019, di Massimiliano Volpe

Credit Suisse Asset Management scalda i motori per i prossimi mesi presentando il “Palinsesto 2019/2020”: i temi di investimento più rilevanti per la prossima stagione.
Nel corso dell’incontro con la stampa Emanuele Bellingeri alla guida dell’Asset Management in Italia ha precisato

“Il palinsesto per la prossima stagione lo hanno – per certi aspetti – dettato la Mifid2 con gli intermediari che devono fornire un rendiconto dei costi, e gli altri trend globali regolamentari e di mercato. Occorre avere infatti portafogli efficienti anche sotto al profilo dei costi, e per questo noi suggeriamo un approccio “Barbell Strategy” con i fondi passivi nella parte core per replicare i principali mercati senza un dispendio eccessivo di costi e la caccia all’extra alpha con fondi satellite possibilmente decorrelati quali i tematici o gli alternativi come il real estate. Il tutto sempre più ESG compliant”.

Tra le novità per il mercato italiano anche il lancio di un nuovo fondo tematico dedicato all’Edutainment in aggiunta a quelli che già investono in robotica e automazione, sicurezza e cybersecurity, digital health.

Il gruppo svizzero punta anche ad avere un ruolo attivo nel real estate nel Sud Europa per diversificare i portafogli della clientela private.

Con riferimento alla strategia ESG Bellingeri ha sottolineato: “Come divisione abbiamo obiettivo 20 miliardi di franchi di AUM ESG compliant entro la fine di questo mese di ottobre e 100 miliardi di franchi in AUM entro la fine del 2020”.

Oltre a Emanuele Bellingeri (alla guida dell’Asset Management) alla presentazione delle nuove strategie erano presenti Filippo Rima Responsabile Equity di Credit Suisse Asset Management e Marco Plazzotta alla guida dell’Asset Management Real Estate per il Sud Europa e il team di circa 35 persone che da Milano seguono anche la gestione di alcuni fondi sia la distribuzione dei fondi del Gruppo da Milano.
In Italia è presente un team di gestione composto da 11 portfolio manager con masse in gestione e distribuzione di circa 14 miliardi di euro, numeri che permettono al Credit Suisse di essere il terzo gestore di fondi negoziali nel Paese.