COVID 19: Ue verso obbligo vaccinale? Si allarga il fronte dei paesi favorevoli

2 Dicembre 2021, di Mariangela Tessa

IL primo passo è stato fatto dall’Austria. E una mossa analoga potrebbe essere decisa presto anche dalla Germania. Mentre si allarga il fronte dei paesi membri dell‘Unione europea favorevole all’obbligo vaccinale, la Commissione europea inizia a pensare ad una possibile misura vincolante per tutti gli Stati membri.

L’obbligo vaccinale “è competenza degli Stati membri, quindi non sta a noi dare raccomandazioni», ha detto ieri ai giornalisti la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen.

“Se mi chiede la mia posizione personale, due o tre anni fa non avrei mai pensato di vedere quello che vediamo adesso. Abbiamo una pandemia in corso, abbiamo i vaccini che salvano vite e che non vengono usati adeguatamente ovunque, e questo ha un costo sanitario enorme. E ha poi aggiunto: “Abbiamo un terzo della popolazione europea non vaccinata. Si tratta di tante persone. Non tutti possono essere vaccinati ma la stragrande maggioranza può e quindi è comprensibile e opportuno avere il dibattito adesso su come pensare a introdurre un vaccino obbligatorio in Ue”.

Le dichiarazioni della numero uno dell’esecutivo europeo arrivano mentre la Germania – alle prese con contagi molto alti, tanto che alcuni reparti di terapia intensiva sovraccarichi del Baden-Württemberg trasferiranno pazienti verso altri Paesi, fra cui l’Italia – va verso obbligo vaccinale e lockdown per i non vaccinati. È il risultato di un vertice tra il cancelliere in pectore Olaf Scholz, che si è detto favorevole all’obbligo vaccinale, la cancelliera Angela Merkel e i governatori dei Laender.

In Austria multe salate per chi non si vaccina

In Austria, intanto il primo febbraio scatterà l’obbligo vaccinale e i no vax irremovibili potrebbero rischiare una multa da 3.600 euro che potrebbe addirittura essere raddoppiata in caso di inottemperanza.  Una misura, quella contenuta in una bozza del disegno di legge per l’introduzione dell’obbligo vaccinale, secondo il ministro alla Salute Wolfgang Mückstein, “senza alternative” visto il basso tasso (circa il 70%) di vaccinati. L’obbligo dovrebbe escludere i bambini delle elementari.

Grecia: obbligo vaccinale, ma solo per gli over 60

Si muove verso l‘obbligo vaccinale, ma solo per gli over 60, anche la Grecia. Lo ha annunciato il primo ministro greco Mitsotakis, spiegando che la misura mira a cercare di contenere la nuova ondata di contagi alla luce dell’emergenza della nuova variante Covid.

Coloro che si rifiuteranno di vaccinarsi a partire dal 16 di gennaio dovranno pagare una multa mensile di 100 euro per ogni mese in cui risultano non vaccinati.

I fondi raccolti con le multe verranno devoluti agli ospedali greci che combattono la pandemia. “Non è una punizione – ha detto Mitsotakis – direi piuttosto che si tratta di una tassa sanitaria”. In Grecia solo 60mila tra le 580mila persone non vaccinate di età superiore ai 60 anni hanno ricevuto il vaccino a novembre.