Coronavirus, adesso è pandemia secondo l’Oms

11 Marzo 2020, di Massimiliano Volpe

La diffusione del coronavirus è sempre più veloce e l’Organizzazione mondiale della sanità è scesa in campo dichiarando lo stato di pandemia.

“Abbiamo valutato che il Covid19 può essere definito come una pandemia». Così il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus nella conferenza stampa di oggi a Ginevra. «Non abbiamo mai visto una pandemia di un coronavirus, questa è la prima – ha detto –. Ma non abbiamo mai visto nemmeno una pandemia che può, allo stesso tempo, essere controllata”.

E poi: “Italia e Iran sono in prima linea ma nei giorni e nelle settimane a venire, prevediamo che il numero di casi di coronavirus, il numero di decessi e il numero di Paesi colpiti aumenteranno ancora di più”.

A questo punto l’Oms ha la facoltà di emanare direttive e inviare équipe negli stati più colpiti, come ha già fatto in Cina, Italia e Iran. La dichiarazione di pandemia spetta al direttore generale dell’Oms e non esistono criteri oggettivi.
A convincere oggi il direttore dell’Oms è stata la curva crescente non più in un numero limitato di Paesi ma in tutta Europa e in America.