COPYRIGHT: E’ GUERRA TRA MEDIA E AZIENDE WEB

17 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Una coalizione – anzi un vero e proprio cartello – che non ha precedenti, comprendente network televisivi americani, studi cinematografici, conglomerati media, club sportivi e organizzazioni giornalistiche, e’ stata varata in questi giorni negli Stati Uniti per combattera una guerra contro la pirateria su internet, allo scopo di proteggere il copyright.

Il varo di questo cartello, che ha scelto come nome di battesimo quello di Copyright Assembly – e’ stato annunciato a Washington ad un’audizione al Congresso.

La Copyright Assembly comprende una sorta di ‘whos’s who’ dei piu’ noti media tradizionali, ormai in guerra contro i nuovi media del web.

Tra gli altri ne fanno parte: i grandi network tv Cbs, Nbc e Abc, e poi Disney, Mgm, Paramount, Sony, Time Warner, Universal, i due sindacati degli scrittori e dei registi di Hollywood, piu’ le maggiori federazioni del mondo dello sport, tra cui Nba, Nfl, Nhl, Major League Baseball, e inoltre Ncaa e Nascar (auto).

”Siamo profondamente preoccupati per il futuro del lavoro creativo”, ha detto Jack Valenti, l’italo-americano presidente della Motion Picture Association of America (quella che assegna gli Oscar). Valenti parla apertamente di ”intrusori illeggittimi sull’internet che rubano opere protette dal copyright”.

”Le nuove tecnologie fanno ritenere possibile un piu’ ampio grado di pirateria”, ha detto Brian McCarthy, della Nfl.

Il neonato cartello non ha chiesto ancora provvedimenti specifici all’audizione di fronte all’House Commerce Committee. La commissione si e’ riunita dopo che iCraveTV, un website canadese, ha cominciato ha ritrasmettere su internet programmi sportivi trasmessi in televisione.

Un giudice federale Usa ha sospeso l’operazione dopo che la Nfl (National football league) insieme ad altri ha denunciato iCraveTV.

In altri casi recenti, le industrie musicali e del cinema Usa hanno denunciato in tribunale diversi siti web e alcuni hackers che secondo loro pirateggiano rubando materiale coperto dal copyright.