Conte: manovra “molto bella”. Merkel “favorevolmente colpita da riforme”

18 Ottobre 2018, di Alessandra Caparello

“La manovra è molto bella”: così il premier Giuseppe Conte arrivando all’Europa Building a Bruxelles.

“Ci aspettavamo dalla Ue delle osservazioni critiche, ci siederemo attorno ad un tavolo ma siamo convinti di quanto fatto”.

Così il Presidente del Consiglio italiano che riporta anche le osservazioni della cancelliera tedesca Angela Merkel durante l’illustrazione della manovra italiana.

E’ stata molto attenta e impressionata dalle riforme strutturali in cantiere. Per questo siamo entrambi d’accordo su una linea di dialogo costruttivo”.

Durante il bilaterale tra i due, come riporta la stampa, la Merkel avrebbe sottolineato a Conte la necessità di costruire un clima di fiducia reciproca per il dialogo per assicurare la sostenibilità dei conti italiani e l’effetto positivo del superamento della Fornero. Ma in Ue, ammette in serata il premier belga Charles Michel, sulla manovra italiana “c’è inquietudine”.

Alla domanda dei giornalisti se in caso di no dell’Ue alla manovra, ci sarebbero state modifiche il premier Conte risponde:

Noi l’abbiamo studiata molto bene. Quindi direi di no (non la cambieremo, ndr) (…) porterò il messaggio ai partner europei che l’abbiamo studiata molto bene. È articolata, è una manovra per invertire la tendenza verso cui era ormai orientata l’economia italiana. Vogliamo crescere e lo vogliamo fare nell’interesse di tutto il Paese (…) Confido in un dialogo costruttivo. Sicuramente avremo osservazioni critiche e ci confronteremo con esse.

In merito poi alla “manina” – come l’ha definita il vicepremier Luigi Di Maio –  che avrebbe manipolato il testo del decreto fiscale sul condono Conte assicura:

Venerdì sarò a Roma, controllerò articolo per articolo arriverà al Quirinale il testo conforme alla volontà deliberata dal cdm. Non c’è alcuna frattura tra 5 Stelle e Lega non c’è nessuna frattura sul decreto fiscale.