Conte esclude manovra correttiva: “Punteremo su misure per la crescita”

25 Marzo 2019, di Mariangela Tessa

“Di sicuro non ci sarà una manovra correttiva. Punteremo su misure per la crescita e sullo sblocca cantieri. Dobbiamo solo accelerare. Spingere sulle misure che favoriscono la crescita”. Così il premier, Giuseppe Conte, in un’intervista alla “Stampa”, in cui spiega:

“Queste misure saranno anticipate con due decreti legge,mentre le varie leggi delega e i collegati decreti legislativi attueranno la più consistente rivoluzione riformatrice mai concepita dal Dopoguerra ad oggi. Il Paese non può più attendere”, afferma Conte.

Ieri in Puglia per la firma dell’intesa Eni-Cnr sulla ricerca, Conte ha inoltre escluso di proseguire la sua esperienza politica una volta terminato il suo mandato.

 “Io personalmente non ho la prospettiva di lavorare per una nuova esperienza di governo, la mia esperienza di governo termina con questo” ha specificato Conte, aggiungendo che: “Quello che dobbiamo fare fino all’ultimo giorno in cui avremo questa responsabilità è di lavorare incessantemente, senza sosta, con la massima concentrazione, per individuare e selezionare gli interessi degli italiani e perseguirli”.