Conte bis al via: oggi il premier incaricato da Mattarella. Ecco i possibili ministri

4 Settembre 2019, di Alessandra Caparello

Dopo il voto sulla piattaforma Rousseau che ha sancito l’avvio dell’esperienza di governo giallo-rossa, tra Pd e Movimento Cinque Stelle, oggi il premier incaricato Giuseppe Conte salirà al Colle per sciogliere la riserva dinanzi al Capo dello Stato. Obiettivo è giurare tra mercoledì sera e giovedì per poi presentarsi alle Camere nel weekend o a inizio settimana.

La possibile squadra di governo del Conte bis

Per quanto riguarda la squadra di governo, dalle ultime indiscrezioni pare che il premier Conte avrà un ruolo più forte a Palazzo Chigi, senza vicepremier e con un sottosegretario di sua fiducia ad affiancarlo. Ai vertici di governo, troverà Luigi Di Maio come capo politico del M5s e Dario Franceschini, capo delegazione del Pd. Come uomo di fiducia che andrà ad affiancare Conte si fa il nome di Roberto Chieppa, anche se il M5S vorrebbe un “suo” uomo a Palazzo Chigi, Riccardo Fraccaro in pole.

Al ministero dell’economia potrebbe salire l’eurodeputato Roberto Gualtieri, presidente della commissione Bilancio a Strasburgo, mentre tra i tecnici in ambienti dem vengono citati Giuseppe Pisauro e Salvatore Rossi. Un tecnico potrebbe entrare anche al Viminale per cui si fano i nomi di Luciana Lamorgese o Franco Gabrielli, mentre per l’ex ministro del lavoro Luigi Di Maio si prospetta il Dicastero degli esteri e Dario Franceschini alla Difesa o alla Cultura. Per il Ministero dello Sviluppo economico si fa il nome della dem Paola De Micheli mentre tra il M5S quello di Laura Castelli e Stefano Patuanelli, inizialmente in pole per le Infrastrutture.

Al lavoro invece potrebbero andare Giuseppe Provenzano ma in campo c’è anche il senatore pentastellato Nicola Morra. Alla Sanità si confermerebbe Giulia Grillo così anche alla Giustizia Alfonso Boanafede. In sospeso il ministero dell’Ambiente, tra Sergio Costa (che sarebbe tra i confermati) e Rossella Muroni, in quota Leu.