Consulenza finanziaria indipendente, il punto di Martino Scornavacca (Framont)

21 Marzo 2022, di Massimiliano Volpe

Per capire il ruolo e le opportunità della consulenza finanziaria indipendente in Italia Wall Street Italia ha parlato con Martino Scornavacca, consulente finanziario di lungo corso che di recente ha deciso di abbracciare il progetto della società d’investimento Framont, diventandone partner.

Secondo Scornavacca l’assenza di conflitti di interesse e la maggiore trasparenza sono alcuni dei valori tipici della consulenza finanziaria indipendente che consentono di costruire portafogli più efficienti per i clienti. Ma non solo.

Con il partner di Framont ha focalizzato l’attenzione su come operare sui mercati nell’attuale fase di volatilità dei listini. Scornavacca parte dalla considerazione che “la volatilità rappresenta un’opportunità perché, con un approccio attivo, si riesce a costruire una buona performance in funzione del tempo. Approfittare della differenza di prezzo paga nel lungo periodo”.

Alla domanda su cosa un risparmiatore italiano deve cercare in un consulente finanziario, Scornavacca non ha esitazioni: “deve aiutare il cliente a raggiungere i suoi obiettivi finanziari ed evitare gli errori tipici del fai da te grazie a una diversificazione del portafoglio per cogliere le dinamiche delle diverse asset class”.

Secondo Scornavacca spetta, infine, al consulente finanziario indipendente il delicato ruolo di aiutare il risparmiatore a gestire l’emotività. In particolare, diventa fondamentale nel tenere sotto controllo lo stress nei momenti di volatilità dei mercati e i costi dei diversi prodotti finanziari.