CON BULGARI IL LUSSO FA IL TONFO

16 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il rafforzamento dell’euro nei confronti del dollaro sta provocando danni a Bulgari.

Il titolo guida del comparto italiano del lusso, quotato sul Mib30, è tornato questa mattina ai livelli di inizio 1999.

L’avvio di giornata era stato modestamente positivo, poi però è iniziato il ribasso fino al nuovo minimo di €5,04.

Ora si è ripreso e quota €5,18, ma la perdita supera i tre punti percentuali.

La caduta è tanto più significativa se si pensa che il 25 marzo scorso Bulgari quotava €10,24, il massimo dell’anno.

Il problema, spiegano nelle sale operative, è che i titoli del lusso sono particolarmente sensibili alle vendite, per lo più in dollari. Queste rappresentano circa il 40% del totale.

Al contrario, i costi di produzione sono quasi esclusivamente in Europa.

In ribasso, sul Midex, anche Tod’s.

Tra gli altri titoli del lusso sono in perdita Ferretti, che produce yacht di lusso, e Luxottica, re degli occhiali.

Controcorrente ma con guadagni marginali, sono invece Mariella Burani e It Holding.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana