Come educare i figli al risparmio in 5 passi

24 Agosto 2020, di Alberto Battaglia

“Proprio come si insegna a mangiare sano, a fare esercizio e non a stare seduti davanti alla TV, dobbiamo anche includere nell’educazione dei figli anche le competenze finanziarie e la gestione di base del denaro“.

A dare questo consiglio è la wealth advisor e presidente della Charleston Investment Advisors, Stephanie W. Mackara. Quella finanziaria è una forma di educazione che non andrebbe lasciata in secondo piano, anche perché favorire un corretto rapporto con il denaro è un buon modo per assicurarsi un futuro più sicuro per i propri figli.

Mackara, a colloquio con Cnbc, ha elaborato cinque passi per affrontare con la prole il rapporto con il denaro.

  1. Distinguere i desideri dai bisogni. Quando si presenta una crisi, come quella che sta attraversando i Paesi più colpiti dal Covid-19, è normale che vengano adottati sacrifici economici. Per spiegare queste decisioni ai figli è utile distinguere le spese necessarie dalle altre.
  2. Incoraggiare al guadagno. Le possibilità di fare qualche soldo per gli adolescenti possono essere assai numerose, dal baby sitting al giardinaggio. I consulenti contattati da Cnbc suggeriscono, dunque, di invitare i figli abbastanza grandi a porsi il problema di come guadagnare qualcosa con i propri sforzi. Il risultato è ovvio: apprezzare di più il valore del denaro e della fatica necessaria per portarlo a casa.
  3. Incoraggiare al risparmio. La lezione precedente si completa al meglio se, accanto al guadagno, viene affiancato il risparmio. Secondo Mackara va fatto passare il messaggio che “risparmiare vuol dire libertà” perché “quando si risparmia si possono fare molte cose differenti”. Si possono, a tal proposito, citare alcune rinunce fatte in prima persona per far capire che il risparmio passa proprio dalle scelte della vita quotidiana.
  4. Insegnare a spendere meno di quanto si guadagna. E’ una logica conseguenza dell’incoraggiamento al risparmio. Secondo Mackara questo deve essere innanzitutto un atteggiamento mentale ed è importante che venga applicato sin dalle prime monete guadagnate.
  5. Investire. L’educazione all’investimento non dovrebbe farsi attendere troppo. Una volta incoraggiato il guadagno e il risparmio, Mackara suggerisce di insegnare i possibili benefici dei tassi d’interesse composti e delle opportunità di guadagno a lungo termine. Per quanto i fondi diversificati siano una scelta propugnata dalla consulente, per questa prima fase si possono coinvolgere i figli con l’investimento diretto in titoli azionari specifici, che possono risultare più comprensibili e coinvolgenti. E’ possibile a tal proposito avvalersi dei simulatori d’investimento (Borsa Italiana, ad esempio, ne mette uno a disposizione).