Collocamenti boom in Borsa: record raccolta di capitali

13 Maggio 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Il 2013 sembra destinato a essere archiviato come l’anno più ricco dopo la crisi finanziaria per mercato delle Ipo americane. L’ottimismo, alimentato dal raggiungimento di nuovi record storici, ha letteralmente mandato in orbita il numero di collocamenti.

Da inizio anno – secondo i dati Dealogic riportati dal Wall Street Journal – sono ben 64 le società che hanno fatto il loro debutto a Wall Street, rastrellando capitali per 16,8 miliardi di dollari. Nello stesso periodo del 2012, i collocamenti erano stati superiori, attestandosi a 73, ma i capitali raccolti si erano fermati a 13,1 miliardi. Il ritmo dei collocamenti, inoltre, si sta intensificando: la scorsa settimana ne sono scattati undici a Wall Street, un record nell’arco di cinque sedute dal 2007.

Un mercato delle IPO più robusto è visto come un potenziale vantaggio per l’economia, in quanto permette alle aziende di raccogliere fondi che possono essere utilizzati per ridurre il debito o investire nelle loro imprese.

Non solo. A conferma del sentiment positivo che si respira a Wall Street sul mercato delle matricole c’è un altro dato: le Ipo più grandi sono state le vere protagoniste del rally di Borsa da inizi 2013. I titoli delle 25 maggiori Ipo hanno segnato un aumento medio delle quotazioni del 22% rispetto ai prezzi di collocamento contro un aumento del 15% riportato nello stesso periodo dallo S & P 500.