CITIGROUP: UN’ACQUISIZIONE REDDITIZIA

6 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Citigroup, Inc. (C), il piu’ grande gruppo di servizi finanziari al mondo, questa mattina ha annunciato l’acquisizione di Associates First Capital Corp. (AFS) per la cifra record di $31,1 miliardi.

L’operazione non dovrebbe incontrare alcun ostacolo da parte degli azionisti di Associates First Capital, vista l’offerta presentata – un premio del 52% rispetto alla chiusura di ieri del titolo.

L’acquisizione, che dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno, non dovrebbe incidere sui risultati della societa’, che si aspetta un incremento degli utili di circa 10 centesimi ad azione nel primo anno di attivita’ congiunte.

Citigroup puo’ beneficiare fortemente, dicono gli operatori del settore, dalla fusione con Associates First Capital che, non solo e’ una delle piu’ grandi societa’ finanziarie negli Stati Uniti, ma ben posizionata anche sul mercato europeo e al quinto posto in quello giapponese.

Nonostante Citigroup si trovi in una posizione di vantaggio potendo utilizzare titoli come moneta di scambio, pero’, l’offerta potrebbe rivelarsi superiore al prezzo reale della societa’, visto che rappresenta tre volte il valore contabile di Associates First Capital.

Un altro punto da notare e’ che, coinvolta in prima persona nella transazione, e’ anche Axa Financial Inc. (AXF), il gruppo finanziario al centro dell’attenzione dopo la vendita della banca d’affari Donaldson, Lufkin & Jenrette (DLJ) a Credit Suisse First Boston. Al 30 giugno, infatti, Axa Financial rappresentava il maggiore azionista di Associates First Capital con una partecipazione di circa il 13%.

(Vedi anche Citigroup compra Associates per $31,1 Mld)