Cirdan Group lancia Smart Bank, la nuova banca d’investimento digitale

15 Settembre 2022, di Aleksandra Georgieva

Cirdan Group, gruppo con sede a Londra e Milano specializzato nella fornitura di soluzioni di investimento personalizzate ha annunciato la nascita di Smart Bank, una nuova banca algoritmica di investimento digitale. Grazie alla sua piattaforma innovativa di Investment as a Service (IaaS), la nuova banca si propone come partner per clienti istituzionali, banche private, imprese, family office e fintech. Smart Bank è stata presentata stamane presso Borsa Italiana.

Tramite la combinazione unica di tecnologia proprietaria, approccio agile e competenze internazionali, Smart Bank punta di supportare i propri partner nell’intero ciclo di vita dell’esperienza di investimento dei clienti finali, con l’obiettivo di consentire a questi ultimi di accedere a soluzioni finanziarie innovative, di alta qualità, flessibili e su misura. Antonio De Negri, ceo di Smart Bank (nella foto), ha spiegato:

“Il percorso verso una vera democratizzazione del mondo degli investimenti che abbiamo intrapreso ormai da quasi dieci anni vede nella nascita di Smart Bank un passaggio decisivo. Grazie alla nostra grande capacità di innovazione tecnologica e allo sguardo privilegiato su mercati finanziari più avanzati come quello anglosassone, saremo infatti in grado di proporre al mercato italiano soluzioni assolutamente innovative, come il direct indexing. Essere una banca ci consentirà di posizionarci per soddisfare quelle esigenze delle differenti controparti, banche di primo livello, piuttosto che sim/sgr e altri intermediari finanziari, per quello che riguarda il mondo degli investimenti”.

Il board di Smart Bank è presieduto da Carlo Alberto Carnevale Maffè, economista e docente della Sda Bocconi, a cui si affiancano il ceo Antonio De Negri, fondatore di Cirdan Group, Benedetta Arese Lucini, pioniera del fintech e imprenditrice digitale, Roberta Benedetti del Rio, investitore e advisor in Generation Investment Management, Bianca Maria Sole De Negri, senior wealth manager in Eleutheria Wealth SA. Il board, presieduto da Carlo Alberto Carnevale Maffè, ha fatto notare la maggioranza delle donne (tutte under 40) all’interno del board. Descrivendole come la riunione dei cervelli in fuga.

Come é nata Smart Bank

Dal punto di vista societario, la costituzione di Smart Bank è stata resa possibile dall’approvazione da parte di Bce e Banca d’Italia dell’acquisizione da parte di Cirdan Group di una quota di maggioranza dell’azionariato di Banca del Sud e della relativa licenza bancaria. E dunque, Cirdan Group, detiene il 100% di Cirdan Capital e dei veicoli di emissione come SmartETN, negli scorsi mesi ha operato un aumento di capitale a livello di holding per 14 milioni di euro. L’aumento di capitale è stato sottoscritto interamente da imprenditori attivi soprattutto nel settore fintech, tra cui Lance Uggla e Shane Akeroyd, rispettivamente fondatore e presidente di Asia Pacific, e global head of account management di Markit.

I suoi servizi innovativi

  • Direct indexing: soluzione in grado di fornire agli intermediari gli strumenti tecnologici necessari per creare modalità d’investimento ad-hoc anche per i clienti retail di taglio più piccolo. Negli Stati Uniti le masse in gestione riconducibili a questo approccio – ancora in fase embrionale in Europa – tra il 2015 e il 2020 sono cresciute da 100 a 350 miliardi dollari.
  • Depositi strutturati: molto popolari nel mondo anglosassone ma ancora poco noti in Europa, sono depositi il cui rendimento è legato all’andamento del sottostante, sia esso ad esempio un indice, una materia prima, una valuta.
  • Private market: attraverso una piattaforma flessibile e tecnologica, che metterà in grado anche le realtà più piccole di offrire questo tipo di servizi alla propria clientela, sarà garantito accesso al mondo degli investimenti alternativi e dei mercati privati, inclusi fondi di private equity e venture capital.
  • Venture debt: strumenti di debito e capitale (convertible) per supportare lo sviluppo delle imprese innovative e far crescere l’ecosistema delle startup attraverso finanziamenti mirati alla crescita ed allo sviluppo.
  • Derivati di copertura: strumenti derivati per coprire rischi di portafoglio.
  • Prodotti strutturati: strumenti d’investimento emessi replicando indici proprietari. La società è stata tra le prime realtà al mondo ad aver integrato un’offerta di prodotti strutturati su piattaforme direct-to-consumer.