Cina, un’altra conferma: tutte le bolle prima o poi si sgonfiano

19 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Negli ultimi mesi l’indice della Borsa cinese in poche occasioni ha accusato cali cosi’ pesanti come quelli subiti praticamente ogni volta in cui sono riemersi timori riguardanti il mercato immobiliare.

Se l’immobiliare e gli orsi del mercato cinese potrebbero sembrare due elementi distanti anni luce, e’ indiscutibile che i ribassi visti in questi giorni sono stati i peggiori sinora, come mostra il grafico pubblicato dal quotidiano nazionale China Daily.

Il paniere della Borsa cinese ha chiaramente iniziato ad indebolirsi da quando il governo ha deciso di imporre misure sempre piu’ restrittive nel mercato del mattone, per scongiurare la formazione di una bolla e mentre sono iniziate a circolare notizie circa un rallentamento delle operazioni immobiliari.

L’ultima cattiva notizia per il mercato del real estate cinese e dunque anche per l’azionario del Dragone e’ stata la contrazione del 35% anno su anno e del 14% mese su mese delle operazioni nella provincia di Guangzhou in aprile.