Cina: ritrovate tombe sospese tra montagne

3 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Misteriose e quantomeno bizzarre. Si possono definire così alcune tombe trovate attaccate alle scogliere delle montagne di Gongxian, in provincia di Sichuan in Cina. I ricercatori ritengono che possano appartenere al popolo dei Bo, scomparso circa 400 anni fa.

Il Daily Mail riporta come ogni bara sia costituita da un unico tronco d’albero scavato e protetto da un coperchio di bronzo.

Un esperto locale ha spiegato: “Alcune tombe risalgono a quasi 3.000 anni fa. È difficile spiegare il motivo per cui siano state ritrovate così, l’unica spiegazione possibile è che in questo modo risultavano più vicine al cielo e protette da animali selvatici”.

“Ci sono ancora centinaia di tombe appese in giro per la regione, dalle più basse a soli 10 metri dal suolo a quelle più alte a 130 metri. Il nostro obiettivo è quello di ritrovarle tutte ed evitare che, come già accaduto a molte, cadano rovinosamente a terra. Storicamente sono molto importanti”.

I Bo erano una minoranza etnica e vivevano al di fuori dei confini delle moderne province di Sichuan e Yunnan, dove hanno creato una brillante popolazione poi scomparsa nel tempo.