‘Ci hanno rovinato la vita’ La lettera di un gruppo di risparmiatori truffati su internet

22 Settembre 2020, di Redazione Wall Street Italia

Dopo la prima lettera, pubblicata la scorsa settimana, di una risparmiatrice truffata da una società di trading online che operava in Italia senza le necessarie autorizzazioni, pubblichiamo oggi una nuova lettera che ci è stata inviata da un gruppo di risparmiatori truffati anche loro incappati in false società di trading online prive di regolari licenze.
Secondo quanto ricostruito la somma totale frodata a tutti i membri del gruppo ammonta a circa 1.233.000 euro.
A questo importo devono poi essere aggiunte le spese legali per cercare di recuperare questi fondi, che non sono da trascurare. Ma oggi, a distanza di un anno, nessuno ha visto indietro un solo centesimo.

Spett.le redazione di WallStreetItalia.com,

siamo un gruppo dei tanti truffati dalle piattaforme Mt4 delle false società di trading online prive di regolari licenze e oscurate purtroppo sempre in ritardo dalla Consob, quando ormai ci hanno già tolto i soldi.

Nel mio caso, come per tanti altri del gruppo, è passato quasi un anno da quando abbiamo dato incarico ad uno studio legale autorizzato in Italia, ma ad oggi non è stato possibile recuperare qualcosa, nonostante un tentativo stragiudiziale.

Ci hanno rovinato la vita essendo tutti pensionati con una misera pensione. Proprio in previsione di questo tutti noi avevamo messo da parte i risparmi dopo tanti anni di sudato lavoro e sacrifici ma a nulla è servito perchè un giorno come tanti ci è arrivata quella prima maledetta telefonata da questi truffatori che, sotto false promesse di alti guadagni, ci hanno fatto accettare l’iscrizione dapprima con cifre irrisorie e poi facendoci investire tutti i nostri risparmi facendoci credere di aver cumulato forti guadagni sulla piattaforma Mt4.

Ma quando fai per chiedergli dei rimborsi si inventano tutte le scuse di questo mondo, anzi te ne chiedono altri a loro dire per sbloccare quelli che hai guadagnato, e la cosa triste che alcuni ci sono cascati perdendo ancora soldi e indebitandosi con le finanziarie.
Quando si vedono scoperti della truffa all’improvviso ti mandano a zero con operazioni fuori dal comune facendoti perdere tutto.

Tutti noi abbiamo fatto una prima denuncia alla Polizia Postale, ma poi chiedendo esito alle Procure scopriamo che le hanno archiviate contro ignoti. Ne abbiamo fatte una seconda personale direttamente alle Procure e ad oggi nessuna notizia ma penso che ci sarà una seconda archiviazione per tutti.

Mi domando e dico è mai possibile che nessun magistrato non intervenga con una rogatoria internazionale appoggiandosi alle varie Interpol dislocate in tutte le nazioni europee? Sanno benissimo dove sono dislocati questi call center abusivi, la maggior parte dicono in Albania sicuramente vero perché la maggior parte dei brokers che ci contattano hanno un italiano distorto con accento albanese.
Credo che i magistrati sappiano benissimo cosa fare e possono avviare le procedure per andare ad arrestarli, ma non lo fanno. Stessa cosa con le banche estere che se ne fregano delle intimidazioni di tanti avvocati italiani che, con lettere di diffida sulle violazioni di leggi antiriciclaggio europee, cercano di bloccare e recuperare i soldi truffati.

Credo sia una immensa ingiustizia, sia da parte della politica che della magistratura, non interessarsi a questo grande problema che sta affossando la dignità e le risorse di noi cittadini italiani truffati da questi maledetti, che continuano indisturbati a rubare soldi alla povera gente senza che nessuno intervenga per fermare questa macchina infernale del trading online..

La nostra è una denuncia informativa alla vostra spettabile redazione con lo scopo di poter divulgare questa grande ingiustizia sperando che con il vostro aiuto possa cambiare qualcosa in positivo di questa nefasta storia..