CHIP: TEMPI DURI PER TUTTO IL SETTORE

5 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Avvio di settimana negativo per i produttori di microporcessori dopo che la U.S. Semiconductor Industry Association (SIA) ha annunciato lunedi’ mattina che l’industria globale di chip ha registrato nell’intero anno 2000 vendite pari a $204 miliardi, al di sotto delle previsioni per ben un miliardo.

I risultati riportati per lo scorso anno rappresentano tuttavia una crescita delle entrate di circa il 37% rispetto al 1999. Importante il contributo del comparto ottico, dove la crescita e’ stata del 69,7%.

L’associazione americana ha inoltre fatto sapere che, a causa di alcuni problemi legati alle scorte di magazzino, appare improbabile che l’industria riesca a raggiungere per il 2001 una crescita delle vendite del 22% come precedentemente anticipato.

Indebolito dall’annuncio, Intel (INTC – Nasdaq) perde nelle contrattazioni elettroniche di preborsa a New York circa 0,06 punti portandosi a quota $35,63.