CHIP: PER GOLDMAN IL COMPARTO E’ OVERWEIGHT

7 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Goldman Sachs dà fiato al comparto dei semiconduttori. Dopo i risultati comunicati giovedì dal colosso americano Intel, che ha detto di essere in grado di rispettare le aspettative di crescita previste, la banca d’affari ha deciso di consigliare agli investitori un ritorno sul comparto dei chip europei.

(Vedi UTILI:INTEL CONFERMA LE STIME PER 3° TRIMESTRE).

Goldman Sachs ha infatti emesso stamani un rating “Market outperformer” sul titolo italo-francese STMicroelectronics (+3,07% a €29,17 sul listino francese e +2,63% a €29,24 a Piazza Affari) e sul titolo olandese ASML (+0,53% a €17,08). Per la banca d’affari, inoltre, l’intero comparto dei chip è “Overweight”, cioè da sovrappesare, da riconsiderare con maggiore forza.

Questo è un segnale importante, che arriva dopo le dichiarazioni del presidente di STMicroelectronics, Pasquale Pistorio, su una crisi del comparto destinata a finire con l’inizio del quarto trimestre fiscale.

Goldman Sachs ha anche inserito il tedesco Infineon (+3,14% a €22,70) e l’olandese Philips nella propria “Recommended list”, alzando i rispettivi target sul prezzo a €35 e €40.

SU STMICROELECTRONICS VEDI:


PIAZZA AFFARI: STM VOLA A +3,37% DIETRO GOLDMAN
E ANCHE:


PIAZZA AFFARI: STM GIU’, MA A PARIGI SALE