CHIP: MERRILL, I ‘PROFIT WARNING’ NON SONO FINITI

5 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Chris Danely, analista di Merrill Lynch, ritiene che la pioggia di ‘profit warning’ che questa mattina ha colpito il settore dei semiconduttori rappresenta solo l’inizio di una lunga serie di revisioni al ribasso di utili e fatturato per le societa’ del comparto.

Dopo Vitesse Semiconductor (VTSS – Nasdaq), Cypress Semiconductor (CY – Nyse) e LSI Logic (LSI – Nyse), Danely prevede che le prossime vittime della ‘febbre’ da ‘profit warning’ saranno TriQuint Semiconductor (TQNT – Nasdaq) e Xilinx (XLNX – Nasdaq).

L’analista di Merrill Lynch, in una nota spedita alla clientela questa mattina, si attende che TriQuint riduca le aspettative di crescita sul fatturato per il primo trimestre e annunci un calo del 5% rispetto ai tre mesi precedenti – inizialmente la societa’ aveva annunciato una crescita delle vendite del 5%.

Tempi duri anche per Xilinx che, secondo Danely, e’ destinato a rivedere in negativo le proprie stime sulle vendite del trimestre in corso. L’analista sostiene che Xilinx registera’ un calo del fatturato dell’11% rispetto al trimestre precedente.

Solo giovedi’ scorso Merrill Lynch aveva stroncato tutto il settore dei semiconduttori abbassando le stime di crescita su numerose societa’ del comparto.

Il livello di espansione della capacita’ e’ stato drammatico nel 2000 – si leggeva nel rapporto della banca d’affari – e ora per ritornare ad un equilibrio tra domanda e offerta le societa’ del comparto dei semiconduttori dovranno ridurre drasticamente le spese in conto capitale. Un sondaggio tra le societa’ mostra gia’ quest’anno un calo medio del 16% della spesa per semiconduttori rispetto alla crescita del 6% di sole 8 settimane fa. Merrill Lynch prevede quindi un calo del 16%-20% per l’anno.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Merrill Lynch stronca il settore dei chip
High tech: la ripresa impieghera’ anni
Chip: vendite in rialzo del 13% in 12 mesi

Verificare le quotazioni dei titoli in tempo reale nella sezione BOOK USA

che trovate sul menu in cima alla pagina.