Cedono le commodities. Euro sulla difensiva

27 Giugno 2011, di Redazione Wall Street Italia

Milano – Avvio di ottava in calo per le borse europee dopo la chiusura negativa di venerdì a Wall Street (Dow Jones -0,96%, S&P500 -1,17%, Nasdaq100 -1,68%) e quella tendenzialmente negativa stamane per le borse asiatiche (Nikkei in flessione dell’1,04%, Hong Kong cede al momento lo 0,8%, male anche Seoul e Sidney, in rialzo dello 0,3% Shanghai).

A pesare sul sentiment di mercato restano sempre i timori legati alla crisi finanziaria europea, in attesa del voto di questa settimana del Parlamento greco sul nuovo piano di austerità del paese.

L’agenda corporate prevede negli Usa i conti di Nike mentre in Italia sono attese le assemblee di Arena, Le Buone Società, Mondo HE, Pramac e Sopaf.

Oggi prendono il via le negoziazioni delle azioni e dei warrant Made in Italy 1 sull’AIM-Italia.

EVENTI SOCIETARI

ATLANTIA (EUR14,35): gli analisti di JPMorgan hanno tagliato il target di prezzo da EUR21 a EUR20, resta il giudizio overweight.

FIAT (EUR6,94): Suzuki Motor ha annunciato un accordo per l’acquisto di motori diesel da 1,6 litri da Fiat Powertrain per montarli su una nuova auto che sarà costruita in Ungheria dal 2013.

GENERALI (EUR13,66): intende firmare un’alleanza con la russa VTB entro inizio agosto; lo scriveva ieri La Stampa.

LUXOTTICA (EUR21,35): il 2011 sarà un anno positivo come lo è stato il 2010; lo ha detto l’AD Andrea Guerra in un’intervista a Affari e Finanza di Repubblica.

PRYSMIAN (EUR13,35): l’AD sta pensando di creare una nuova area dedicata all’Oil & Gas; lo scriveva sabato il Corriere.

MACRO, CAMBI E COMMODITIES

L’agenda macro prevede negli Usa l’aggiornamento sui redditi personali che a maggio dovrebbero salire dello 0,4%, in linea con la rilevazione precedente, mentre per i consumi reali, sempre con riferimento al mese di maggio, dovremmo vedere un frazionale rialzo dello 0,1%, in frenata rispetto allo 0,4% di aprile.

Lato commodities, il Wti Usa cede circa USD1 penalizzato dal recupero del dollaro ed in vista del voto del parlamento greco sulla nuova manovra correttiva fortemente impopolare.

Fronte FX, Euro sulla difensiva e sotto pressione in vista del verdetto del parlamento greco sulla nuova manovra correttiva.

Avvio poco mosso per il Bund future a 127,4.

Copyright © UNICREDIT per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da UniCredit Bank AG. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito il disclaimer ufficiale di WSI.