CDC (COMPUTER DISCOUNT) IN BORSA ENTRO GIUGNO

14 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

La Cdc, azienda informatica nota per la catena di distribuzione Computer Discount, verrà quotata
in borsa entro giugno.

E’ l’obiettivo annunciato dal presidente
Giuseppe Diomelli, che progetta nuovi servizi Internet gratuiti, senza neppure il costo delle telefonate.

La Cdc ha una licenza per la telefonia e sta studiando “per esempio – ha detto Diomelli – di offrire Internet davvero gratis eliminando, per 3
o magari per 6 mesi, anche il costo delle telefonate”.

Il collocamento, curato da Banca Imi, porterà sul Nuovo Mercato il 20-25% del capitale, pari a 10 miliardi di lire.

Cdc produce pc e distribuisce prodotti informatici attraverso Computer Discount, Compy, Cash&Carry e AmiCo, via web con Cdc.

Infine offre, con Interfree, l’accesso gratuito a Internet. “I servizi di e-commerce – ha aggiunto Diomelli – saranno potenziati grazie a un nuovo centro logistico con cui si distribuiranno 10.000 colli in un’ora contro gli attuali 6.580
in un giorno”.

Nel 1999 Cdc, che nel ’93 fatturava circa 90
miliardi, ha ottenuto ricavi di sell-in per 749,8 miliardi di lire (il 26% in più rispetto all’anno precedente). L’utile operativo ammonta a 14,983 miliardi (+19%) e l’utile netto è salito a 6,567 miliardi (+52%).

“Non siamo una start-up – ha
concluso Diomelli – ma abbiamo saputo consolidare la nostra crescita in un settore molto competitivo.”