Cassa depositi e prestiti prende parte al QE con 13 miliardi

16 Aprile 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – La Cassa Depositi e prestiti venderà alla Bce bond per un valore complessivo di 13 miliardi.

La partecipata all’80,1% dal Tesoro è infatti stata ammessa al programma di Quantitative easing dell’istituto, che prevede l’acquisto di 1.100 miliardi di euro di titoli di Stato e che dovrebbe protrarsi fino ad almeno settembre 2016.

L’annuncio dell’annessione alla lista di enti pubblici che potranno usufruire del piano straordinario di allentamento monetario avviato il 9 marzo scorso è arrivato ieri con una nota della stessa Bce.

La controllata dal Tesoro emetterà emissioni di Emtn (euro-medium term notes), ossia obbligazioni a medio termine che di solito vengono quotate alla Borsa del Lussemburgo e che dovrebbero essere appetibili per Bce.

Non si sa ancora in che misura la Bce acquisterà i bond. La Cdp gestisce gli investimenti pubblici e il finanziamento di opere e altri progetti statali.

(DaC)