CASO ENRON: MERRILL SI DIFENDE AL CONGRESSO

30 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Come anticipato ieri, oggi il primo broker al mondo Merrill Lynch (MER – Nyse) testimoniera’ davanti al Congresso dove sara’ interrogata – e molti sostengono “torchiata” – sui legami avuti con l’ex colosso energetico Enron.

Il Wall Street Jorunal riporta che il Congresso sta indagando su alcuni accordi “discutibili” stretti tra i due gruppi.

In particolare, il Wsj riporta che Merrill Lynch, pressata da Enron, nel 1998 avrebbe rimpiazzato un analista che aveva una visione piuttosto critica della societa’ energetica con un analista con un’opinione un po’ piu’ favorevole verso il gruppo.

Gli investigatori del Congresso inoltre indagano sul ruolo avuto da Merrill nel raccolgiere fondi per un progeto chiamato LJM2. (vedi articolo precedente)

Ma i guai per Enron non finiscono qui. Il Washington Post riporta che Robert Furst, ex banchiere di Merrill Lynch sotto processo per lo scandalo Enron, è scomparso. Furst avrebbe dovuto deporre davanti alla commissione del Senato. Rcordiamo che un funzionario è già stato sospeso a causa del suo rifiuto di testimoniare a un’udienza.

Ricordiamo che il Congresso sta indagando anche sui colossi finanziari Citigroup (C – Nyse) e J.P. Morgan (JPM – Nyse).

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA