Cartelle esattoriali: nuovo stop ai pagamenti, proroga al 31 maggio

3 Maggio 2021, di Mariangela Tessa

Una nuova boccata di ossigeno per i contribuenti in difficoltà a causa della crisi. Come nelle previsioni, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato in una nota di essere al lavoro su un provvedimento che posticipa di un mese il pagamento delle cartelle esattoriali. Il termine di sospensione delle attività di riscossione dovrebbe essere fissata al 31 maggio dal precedente 30 aprile.

Cartelle esattoriali: quali sono i pagamenti coinvolti

Il Mef sottolinea che la sospensione, introdotta a partire dall’8 marzo 2020 dall’art. 68 del decreto-legge Cura Italia, riguarda tutti i versamenti derivanti dalle cartelle di pagamento, dagli avvisi di addebito e da quelli di accertamento esecutivi, affidati all’agente della riscossione, nonché l’invio di nuove cartelle e la possibilità per l’Agenzia di avviare procedure cautelari o esecutive di riscossione, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti.

“Restano sospese, inoltre, le verifiche di inadempienza che le pubbliche amministrazioni e le società a prevalente partecipazione pubblica devono effettuare, ai sensi dell’art. 48 bis del DPR 602/1973, prima di disporre pagamenti di importo superiore a cinquemila euro” precisa il Mef.

L’ultima sospensione delle cartelle esattoriali dal 28 febbraio al 30 aprile,  ha comportato una perdita di 510,4 milioni di euro per l’agente di Riscossione e per lo Stato, stando alla relazione tecnica allegata al Decreto Sostegni.

Nessuna novità per Rottamazione Ter e il Saldo e Stralcio

Nessuna novità dovrebbe esserci invece per la Rottamazione Ter e il Saldo e Stralcio le cui scadenze sono fissate al 31 luglio per le rate scadute nel 2020 e il 30 novembre per le rate 2021. In entrambi i casi, si possono anche applicare i cinque giorni di tolleranza previsti dall’articolo 3, comma 14-bis, del dl 119/2018. Quindi il pagamento è al momento fissato entro il 9 agosto 2021 per le rate 2020 (in scadenza il 31 luglio) ed entro il 6 dicembre per quelle 2021 (in scadenza il 30 novembre).