CARENZA DI SEMICONDUTTORI: CISCO PERDE IL 7%

10 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Cisco Systems (CSCO) sta perdendo quasi il 7% a quota 58 e 1/2 nonostante abbia annunciato risultati trimestrali positivi. (vedi storia WSI).

L’amministratore delegato, John Chambers, ha avvertito che la limitata disponibilità di semiconduttori per la memoria e di altra componentistica potrebbe avere un impatto negativo sull’abilità della società di registrare vendite e utili in linea con le aspettative.

“I nuovi mercati stanno crescendo rapidamente”, ha commentato l’amministratore delegato, “e consumano uan fetta significativa della capacità di approvvigionamento”.