CAPITAL GAIN DIMEZZATI PER LE FAMIGLIE ITALIANE

1 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Gli ex Bot-people stanno imparando che anche la voglia di Borsa ha un prezzo: a conferma di una sensazione ormai molto diffusa arriva uno studio di Bankitalia che rivela come nel 1999 i capital gain sono piu’ che dimezzati rispetto all’anno precedente.

Per Via Nazionale, inoltre, e’ avvenuta una vera e propria rivoluzione nel portafoglio delle famiglie: poco piu’ della meta’ delle attivita’ finanziarie (il 51%) e’ investita in azioni e
quote di Fondi comuni. Rispetto all’anno precedente la quota di azioni e Fondi (favorita anche dalla crescita dei valori di
Borsa) e’ salita del 5%.

In generale, la ricchezza finanziaria delle famiglie ammonta a 4 milioni 525 mila miliardi, 136 mila 876 in piu’ rispetto all’anno precedente. Sul pil (prodotto interno lordo) il totale del risparmio finanziario costituisce il 6,4%.

In aumento gli acquisti di azioni emesse da residenti (43.700 miliardi contro i 5.600 dell’anno precedente), grazie alle operazioni di privatizzazione, in particolare il collocamento dell’Enel.

Parallelamente sono diminuiti i titoli di Stato posseduti dalle famiglie: i Bot sono ormai l’1,2%, mentre i titoli a medio/lungo termine si fermano al 12,9%.

Bankitalia considera anche l’eliminazione del rischio di cambio all’interno dell’area euro, che ha favorito l’espansione delle attivita’
sull’estero.

In generale, comunque, mentre e’ aumentato del 2,4% il reddito lordo disponibile delle famiglie (+2,2% nel ’98), si e’ ridotta ancora la propensione al risparmio, scesa al 14,2%, rispetto al 15,4% dell’anno precedente.