Caos Brexit: May al capolinea. Uk alle urne per le Europee

23 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Mentre il Regno Unito, insieme ai Paesi Bassi, apre oggi le urne per le elezioni del Parlamento Europeo, ieri è andato in scena l’ultimo psicodramma Brexit con il primo ministro Theresa May sotto sfratto e la ministra dei Rapporti con il parlamento, Andrea Leadsom, figura di spicco fra i componenti brexiteer del governo Tory, che ha annunciato le dimissioni.

Una decisione, quest’ultima, presa in polemica con le concessioni fatte dalla premier alle opposizioni nel testo della legge d’attuazione della Brexit. Tra queste, la possibilità per i deputati di votare su un secondo referendum, ma solo in cambio dell’approvazione del disegno di legge da lei presentato.

E nelle ultime caotiche ore c’è un’unica certezza, quella dei sondaggi che vedono il Brexit Party di Nigel Farage davanti a tutti, mentre si profila una disfatta per i Tories. I numeri parlano di un risultato tra il 30 e il 37%.

Nella giornata di ieri si sono addirittura inseguite voci di dimissioni di May da leader Tory e da primo ministro, ipotesi che sembra rinviata almeno a venerdì. Lo riferiscono i media britannici citando fonti di Downing Street. Venerdì la May ha invece accettato d’incontrare il deputato Graham Brady, presidente del Comitato 1922, influente organismo interno al gruppo parlamentare Conservatore riunitosi ieri per discutere il destino della premier.