Canone Rai giù a 70 euro, ultimo giorno per chiedere l’esenzione

di Mariangela Tessa
31 Gennaio 2024 08:27

Novità per il canone Rai. Da quest’anno, come previsto nella Legge di Bilancio, i possessori di televisione pagheranno 70 euro invece dei 90 euro precedenti. Non cambia invece il metodo di pagamento, che avverrà, come consueto, tramite bolletta della luce elettrica: si pagherà 7 euro al mese per 10 mesi (da gennaio a ottobre). Restano inoltre confermate le esenzioni e le scadenze per aderirvi: in particolare, oggi 31 gennaio, è l‘ultimo giorno per chiedere l’esenzione completa.

Cosa succede nel 2024

A proposito del canone Rai, l’Agenzia delle entrate, in una nota del 4 gennaio, ha spiegato che per i cittadini per i quali l’addebito del canone avviene nella bolletta dell’energia elettrica o per i pensionati che in alternativa hanno scelto che le trattenute di pagamento avvengano direttamente sulla pensione, spetterà alle imprese elettriche e gli enti previdenziali addebitare i nuovi importi ridotti e quindi i diretti interessati non dovranno far nulla.

Gli altri contribuenti già titolari di abbonamento Tv per i quali invece non è stato possibile l’inserimento nella fattura di fornitura elettrica, devono effettuare entro il 31 gennaio 2024 il versamento del canone dovuto per l’intera annualità, pari a 70 euro, tramite modello F24 (codice tributo TVRI). Tra questi, ad esempio, anche i nuclei familiari in cui nessun componente è titolare di contratto di fornitura di energia elettrica su cui sia possibile addebitare il canone Tv.

Per maggiori informazioni, sottolinea una nota, si può consultare l’area tematica del sito internet dell’Agenzia delle entrate Aree tematiche – Canone TV – Agenzia delle Entrate (agenziaentrate.gov.it), oppure telefonare al numero verde 800.93.83.62.

Chi deve pagare il canone Rai

Come ricorda l’Agenzia delle entrate, “Il canone tv è dovuto da chiunque abbia un apparecchio televisivo, si paga una sola volta all’anno e una sola volta per famiglia anagrafica a condizione che i familiari abbiano la residenza nella stessa abitazione”.

Il pagamento è obbligatorio anche per residenti all’estero, che devono pagare il canone se detengono un’abitazione in Italia.

Casi di esonero

Non tutti sono tenuti a pagare il canone Rai. L’esenzione è prevista per:

  • chi non è possessore di una televisione. In questo caso, tuttavia, l’esenzione non è automatica: occorre compilare il quadro A del modello di dichiarazione sostitutiva, che deve essere presentata entro il 31 gennaio di ogni anno;
  • gli over 75 anni con un reddito proprio e del coniuge non superiore complessivamente a 8mila euro: i soggetti che hanno presentato la dichiarazione sostitutiva, se le condizioni di esenzione permangono, possono continuare a beneficiare dell’agevolazione anche nelle annualità successive, senza procedere alla presentazione di nuove dichiarazioni. Se, invece, si perdono i requisiti attestati in una precedente dichiarazione sostitutiva, ad esempio perché si supera il limite di reddito previsto, è necessario presentare la dichiarazione di variazione dei presupposti;
  • i diplomatici e militari stranieri.